“Crepar, ma mai molar!” è il motto che meglio riassume tutto quello che il Carnevale di Rijeka (Fiume) rappresenta. Nonostante la sua lunga tradizione, lo spirito allegro, provocatorio, senza freni e critico della società il Carnevale non dà segni di stanchezza, anzi, di anno in anno fiorisce sempre più, cresce assieme alle nuove generazioni di “karnevalisti”, arricchendosi sia di eventi attuali che di quelli tradizionali. Ed è proprio la tradizionalità del Carnevale, tipico di quest’area, a essere molto ben più lunga di quello che molti credono. Prova ne è un divieto, che forse non sorprende più di tanto se si considera lo spirito della manifestazione, contenuto in un documento del 1449: il decreto del Consiglio cittadino con il quale si vietava la copertura del viso con maschere (eccetto per gli ospiti che partecipavano al ballo in maschera al Castello), un atto che all’epoca veniva severamente punito. Il decreto aveva l’obiettivo di mantenere l’ordine pubblico e prevenire possibili critiche al Governo. Ma, come dimostra la storia, il Carnevale è riuscito a superare tutti questi ostacoli, ed è diventato (e rimasto) una festa allegra, spiritosa e che spesso critica l’attualità. Una festa che dà a ognuno la possibilità di diventare, almeno per poco, ciò che desidera essere.
 
Il 1982 è stato un anno speciale per il Carnevale di Rijeka, organizzato dall’Associazione turistica del Comune di Rijeka: per la prima volta dopo decenni di pausa, 3 gruppi carnevaleschi (i Lako ćemo, i Pehinarski feštari ed i Halubajski zvončari) hanno sfilato lungo il Corso – è stata questa  la scintilla da cui tutto è iniziato, ma anche il segno che il mondo mascherato era pronto per qualcosa di molto più grande. Il resto è storia – il Carnevale, fondato sulla tradizione carnascialesca della regione litoranea, è diventato nel corso degli anni la celebrazione carnevalesca più importante della Repubblica di Croazia, mentre la sua reputazione va ben oltre i confini dello Stato. Quello che distingue veramente il Carnevale di Rijeka è questa “quinta stagione” che ha creato, ovvero il periodo dell’anno quando tutti i valori sociali mutano e quando il Carnevale diventa lo un vero stile di vita per la gente di quest’area.

Dagli inizi del Carnevale di Rijeka, il numero dei partecipanti è cresciuto assieme al numero dei visitatori, da 3 gruppi iniziali a oltre 100, con un numero di partecipanti nell'ordine delle centinaia di migliaia. Già da qualche tempo è impossibile determinare il numero di spettatori perché, oltre a quelli che seguono la sfilata dal vivo, molti altri la seguono in TV oppure in diretta web, il che ha aperto il Carnevale di Rijeka a tutto il mondo. Tutto ciò ha fatto sì che il Carnevale diventi membro ufficiale della Federazione europea delle Città del Carnevale (FECC) nel 1995. È stato così inserito nella lista dei 500 eventi più importanti d’Europa - Top 500 European Events, mentre il Sunday Times l’ha proclamato uno degli eventi più esotici del mondo inserendolo nel libro “501 must be there events”. L'ente turistico della Città di Rijeka ha vinto il premio “Cuore d'oro per il turismo” quale organizzatore del migliore evento turistico dell’Europa sud-orientale nel 2009.
 
Dopo anni di svariate e spontanee feste in maschera, di avventure e disavventure carnevalesche, di personaggi famosi e storici, di disastri naturali... il Carnevale di Rijeka continua a “rotolare” senza fermarsi e senza paura di essere dimenticato – la miglior prova ne è la sfilata carnevalesca per bambini, che va di pari passo con la sfilata dei “grandi”, ogni anno più numerosa e più  creativa, e che rappresenta il vivaio nel quale crescono i futuri “karnevalisti” che preserveranno questa tradizione. Concludendo, non resta altro che invitarvi a partecipare, perché il Carnevale di Rijeka va vissuto in prima persona, in loco, con tutti i sensi – Sii quello che vuoi essere! Vieni al Carnevale di Rijeka!

Periodo dell’evento: gennaio-febbraio
Per maggiori informazioni: www.rijecki-karneval.hr