Rijeka (Fiume) è una città nota per il suo multiculturalismo e vanta, stando a molti, la più bella moschea d'Europa, inaugurata nel 2013. Il Centro Islamico di Rijeka e la moschea sono situati nella zona del Gornji Zamet che offre una vista mozzafiato sulla baia del Quarnero. La località e la soluzione architettonica in primo luogo hanno fatto sì che i visitatori restano momentaneamente senza fiato.

 

Il Centro Islamico di Rijeka è il lavoro di co-autorialità dello scultore Dušan Džamonja, che purtroppo non visse abbastanza per essere presente alla sua apertura, e gli architetti Branko Vučinović e Darko Vlahović dello studio di architettura “ADB” di Zagreb (Zagabria). Il grande desiderio di Džamonja era quello di costruire una moschea che, diceva spesso lo scultore, avrebbe assomigliato ad una scultura, il che è proprio il caso della moschea di Rijeka.

 

Questa sfera monumentale rivestita in acciaio inox, composta da sei cupole nei cui contorni e nelle fessure di vetro appare il simbolo islamico della luna crescente, emerge dalla piazza pavimentata con travertino, che gli artisti hanno associato alla sabbia del deserto.
La piazza sotto la quale si trovano i piani interrati del Centro Islamico di Rijeka è stata concepita come un piedistallo al centro della quale si trova la moschea con un minareto alto 23 metri.

 

Il complesso è inoltre ornato da tre fontane perché l'elemento dell’acqua come simbolo di purezza nell'architettura dell'Islam ha un significato speciale. Al primo piano, sotto la moschea, si trovano le strutture di ristorazione destinate a tutti i visitatori, la sala polifunzionale per vari eventi sociali e culturali, gli spazi per gli uffici e la "divanhana" - una stanza speciale destinata alla conversazione delle donne. Nel Centro Islamico di Rijeka sono situate le aule per il catechismo e un asilo nido per i bambini in età prescolare. Il complesso dispone di un parcheggio sotterraneo, e uno spazio esterno per le passeggiate. La parte prevista per la preghiera può ospitare fino a 1.400 fedeli.