Passando sotto la Torre civica, un tempo una delle porte principali della città, dalle quali si raggiungeva la città medievale provenendo dalla costa, vi troverete all’interno della Città vecchia di Rijeka (Fiume). Nel punto in cui oggi sorge piazza Kobler una volta si estendeva la Plazza (il mercato), nucleo comunale della città medievale, circondata dalle mura e dalla superficie molto meno estesa. 

 

Le immagini storiche più accurate di Rijeka la presentano come una striscia lunga e delimitata nella parte nord e sud dalla Torre civica e dal municipio e nella parte est e ovest da una serie di case. Nella parte settentrionale, Rijeka era dominata dal castello nobiliare, a est dalla principale chiesa popolare, con un cimitero annesso, a ovest dall’ampio monastero di clausura dei frati, mentre a sud, nei pressi del porto e del mercato sulla spiaggia, sotto le mura cittadine, sorgeva il cuore “laico” della città.

 

Qui i cittadini di Rijeka si riunivano per ascoltare i proclami del bollettino comunale, si stipulavano contratti, si acquistavano o vendevano prodotti nei mercati all’aperto o nelle botteghe situate al pianterreno delle abitazioni. Oggigiorno rimangono solo poche tracce di quelle abitazioni, alcuni muri sono stati inglobati in edifici successivi, con architravi barocche ornate dallo stemma dei vecchi proprietari e granai sotterranei con soffitti a volta. Nello stesso punto sarebbe sorto qui, in tempi più recenti, il “Mercato delle erbe” della città, adibito alla vendita di frutta e verdura.