La chiesa dei Santi Fabiano e Sebastiano, benché di modeste dimensioni, riveste comunque grande importanza nella storia della cultura sanitaria di Rijeka dal momento che fu dedicata proprio al santo protettore dalla peste. Questa malattia decimò infatti mezza Europa nel Medioevo, e nemmeno la regione di Rijeka riuscì a sottrarsi a tale sorte. Come segno di gratitudine per la scomparsa della peste, alla fine del XIII secolo in questo punto fu inizialmente eretta una chiesa di piccole dimensioni, poi sostituita nel XVI secolo dalla nuova chiesa barocca, come riportato dall’iscrizione posta sopra l’ingresso nell’edificio, datata 1562.

 

Coerentemente con le sue dimensioni modeste, la chiesa non presenta particolari elementi decorativi. Resta tuttavia una preziosa testimonianza della terribile epidemia che devastò l’intera regione, oltre che per il fatto che al suo interno sono conservati oggetti di grande valore provenienti da numerose chiesette dei dintorni di Rijeka, spariti nel corso del XVIII secolo.