Il cuore ristrutturato della Città vecchia

Il cuore ristrutturato della Città vecchia Il cuore ristrutturato della Città vecchia Il cuore ristrutturato della Città vecchia


Scrive: Ljiljana Mamić Pandža

 

Quello che oggi rappresenta il Corso, il cuore della città di Fiume (Rijeka) nonché la sua passeggiata più frequentata, una volta era rappresentato dalla Piazza Kobler, situata sul percorso che andava dall'ex Palazzo del Municipio alla Torre dell'orologio, tra due grandi magazzini che sono stati costruiti in seguito alla demolizione dei vecchi edifici preesistenti. Era proprio questa piazza, che ha preso il nome dallo storico Giovanni Kobler, il centro della vita pubblica quotidiana e il luogo dove tutte le attività si svolgevano all’aperto.

 

Quest’immagine pittoresca oggi rivive solo nei film storici con tematica medievale. Le donne dei dintorni della città portavano ogni giorno, comprese le domeniche, a Piazza delle Erbe, diventata sinonimo di mercato, il latte, le verdure, il pollame e quant'altro per soddisfare i bisogni quotidiani degli abitanti. Siccome una volta vi sorgeva anche la Loggia civica, è qui che si radunavano i giudici e venivano pronunciate le sentenze, si stipulavano i contratti commerciali e si tenevano le sedute del Consiglio Comunale.

 

Ancora oggi la piazza è dominata dalla fontana “L’antica macina” (“Stari kolodrob”),, costruita negli anni settanta del secolo scorso dalla Fabbrica di carta in occasione del 150° anniversario della sua esistenza, su progetto dell'architetto Igor Emili. Si tratta di un pozzo che ha assunto il ruolo di monumento. Dai pezzi del vecchio mulino di macinazione per la carta, costruito in pietra, ovvero dall’antica macina, Emili ha creato un’opera originale in memoria di molte generazioni di lavoratori. Nello stesso modo in cui il flusso d’acqua sgorga da un'anfora sullo stemma di Fiume, così da questa fonte si riversa inesauribilmente l'acqua che sin dal periodo tarsatico ha rappresentato per Fiume una fonte di prosperità. È dagli inizi del XIX secolo che Piazza Kobler ha perso il ruolo di centro della città e tutte le sue funzioni sono state assunte dal Corso odierno.

 

Nelle sue immediate vicinanze è situata la Porta vecchia (Stara vrata), il più antico monumento architettonico fiumano che ha dato il nome alla strada, ovvero l’ex ingresso al palazzo del Pretorio dei Claustra Alpia Iuliarum. Anche se riguardo alla datazione della porta molti autori non sono d'accordo, tutti concordano sul fatto che questo arco è composto da blocchi di pietra senza malta e intonaco e che ciononostante ha resistito per secoli alle intemperie atmosferiche. È proprio la Porta vecchia che collega Piazza Kobler con i Principia di Tarsatica che si trova sul sito dell’ex complesso di comando militare tardoantico denominato Principia e risalente al III secolo, in Piazza Juraj Klović. Con ciò Fiume ha ottenuto una nuova piazza, estremamente attraente, che dimostra tutta la stratificazione storica della città, adatta a ospitare molti eventi culturali e artistici, nonché una nuova attrazione turistica di cui godranno sicuramente i numerosi visitatori della città sull’Eneo (Rječina).

 

La piazza è diventata il luogo di raduno e ha dato una nuova vitalità al cuore di Fiume. Va sottolineato che l'inaugurazione dei Principia di Tarsatica, realizzati secondo il progetto concettuale dell'architetto Nenad Fabijanić, ha reso possibile la prima presentazione dei Principia in Croazia. Presentazioni del genere sono rare pure in Europa; invece tutti i reperti archeologici mobili rinvenuti durante gli scavi sono conservati nel Museo Marittimo Storico del Litorale Croato Rijeka.

 

Tra una serie di artefatti trovati nel sito archeologico nel centro della città, si trova anche una fogliolina del III secolo, che si presume fosse parte di una ghirlanda di alloro in bronzo che una volta si usava poggiare sulle statue. Utilizzando delle stampanti 3D è stata fatta una replica dei preziosi reperti archeologici, costituendo un nuovo tipo di souvenir fiumano.

 

È quindi evidente che, oltre a Piazza Kobler e ai Principia di Tarsatica, il passato di Fiume è visto sotto una nuova luce che rivela sempre storie interessanti sulla sua identità sfuggente, sui cambiamenti che la città ha attraversato, sulla sua urbanità e cultura; sullo spirito europeo, sull’apertura e sul cosmopolitismo; tutto ciò che rende Fiume unica, specialmente nel contesto croato. Quindi, a tutti coloro che non hanno ancora visitato Fiume non resta altro che visitarla per convincersi personalmente della sua originalità.