Il fatto che Rijeka (Fiume) abbia un cimitero per gli animali domestici è poco noto anche ai fiumani. Su di esso si hanno poche conoscenze anche se insieme a quello di Parigi e di Londra è uno dei cimiteri di questo tipo più antichi d'Europa. L'unico cimitero di animali domestici in Croazia è situato a Lukovići, a Kozala, ed è un monumento culturale unico che testimonia la lunga tradizione di amore e cura verso gli animali presente su questi territori.

I fiumani avanti per i loro tempi
È testimoniato che i fiumani anche cent'anni fa erano avanti per i loro tempi perché anche allora ritenevano i cani e i gatti membri delle proprie famiglie e si riferivano alla loro morte con immenso rispetto. Oggi, cento anni più tardi, poche città al mondo possono vantarsi dello stesso.

Chi ha costruito il cimitero?
I dati sui primi animali seppelliti sono stati persi e non esiste un dato corretto sull'istituzione del cimitero fiumano per animali domestici. Neppure nell'archivio del giornale quotidiano dall'inizio dello scorso secolo viene nominato il cimitero che inoltre non è neppure registrato nel catasto. Anche se di solito come anno della sua creazione si cita il 1903 oppure il 1904, questo dato non può essere scientificamente provato. I primi ricordi scritti sui seppellimenti provengono dagli anni '2o e '30 del XX secolo e sull'esistenza del cimitero in quei tempi sono testimonianza pure alcune lapidi di quel tempo. Le scritte sulle lapidi sono in lingua croata e una parte anche in lingua italiana. Si suppone che il cimitero fu costruito dai cacciatori che lì seppellivano i proprio cani da caccia.

Del cimitero si sentì presto parlare anche fuori da Rijeka, pertanto molti proprietari di animali domestici di tutto lo stato di allora, ma anche da altri stati come la Germania e l'Italia dove cimiteri di questo tipo non esistevano, come ultima dimora per i loro animali sceglievano proprio Rijeka. Purtroppo non è conosciuto neppure il numero degli animali domestici seppelliti nel cimitero come neanche quali animali vi furono effettivamente seppelliti. Si racconta che un tempo nel cimitero venivano seppelliti pure cavalli, ma nessuno lo può confermare. A giudicare dalle lapidi conservate, in tempi più recenti nel cimitero venivano seppelliti generalmente cani e gatti, ma anche conigli e uccelli. Oggi contiamo una sessantina di tombe e in alcune furono seppelliti anche più animali.

Ma, sfortunatamente per gli amanti degli animali, il cimitero fiumano negli ultimi anni ha funzione solo monumentale. Dal 2004 i seppellimenti nel cimitero di Lukovići non vengono più effettuati anche per la nuova Legge veterinaria che non permette il seppellimento di animali sotto terra per il pericolo che vengano scavati da altri animali. Secondo la nuova legge, i corpi degli animali devono essere bruciati negli inceneritori a tal fine previsti.

Anche se non si effettuano più seppellimenti da dieci anni, il cimitero non è abbandonato. La maggior parte delle tombe viene visitata dai proprietari anche oggi. I fiori sono freschi, ci sono anche i lampioni e le tombe sono pulite e ben arredate. Alcuni dei proprietari hanno piantato accanto alla tomba del proprio animaletto anche qualche pianta di rosmarino, altri hanno posto sulla tomba i giochi e le figurine preferite che possano fargli compagnia anche nel luogo di riposo finale. Una passeggiata lungo il cimitero è particolarmente affascinante durante la festa di Ognissanti, quando il cimitero è visitato da più persone e ha l'apparenza di un qualsiasi altro cimitero, addobbato da tremolii di candele che ardono per i cari amici.

Un tempo, del cimitero degli animali domestici si prendeva cura la Stazione Veterinaria di Rijeka, ma oggi lo fa la città di Rijeka che è anche proprietaria del terreno. I Servizi comunali urbani si prendono cura del cimitero e del suo mantenimento orticulturale presentandolo come un tipo di rarità fiumana. Non siamo a conoscenza di cosa succederà con il cimitero in futuro. Il club sportivo e di allevamento di cani di Rijeka ha avviato già nel 2003 un'iniziativa con cui vuole designare questa struttura come bene culturale che in questo modo testimonierebbe alle generazioni future una parte interessante della storia fiumana.

Fino a questo momento però nel cimitero risiederanno pacificamente Astra, Ajka, Don, Roki, Timmy, Miško,Tina, Pikolino, Linda e altri animali. Le lapidi con le immagini e i messaggi incisi come ad esempio "Ti ameremo per sempre", "Grazie di tutto" e simili, testimonieranno silenziosamente l'amore dell'uomo verso l'animale.